BLOG

Differenza tra fatturazione sanitaria e fatturazione elettronica

Condividi con un tuo collega

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Medici, dottori e poliambulatori ogni giorno erogano centinaia di prestazioni e servizi da fatturare.

Fatture che devono essere gestite correttamente e meticolosamente, ma che talvolta nonostante tutto, creano qualche confusione a chi con scartoffie e calcoli non ha molto a che fare.

Sicuramente, in seguito alle nuove normative, l’introduzione della fatturazione elettronica ha creato un po’ di confusione ponendo l’operatore dinanzi ad una scelta: fatturazione sanitaria o fatturazione elettronica?

Approfondiamo insieme in questo articolo dedicato alle differenze tra fattura sanitaria e fatturazione elettronica per medici e professionisti sanitari.

Fatturazione e prestazioni sanitarie come comportarsi

Fino al 2019 la fatturazione poteva essere gestita normalmente escludendo tra le possibili alternative, l’obbligo di formati elettronici.

L’introduzione negli ultimi anni della fatturazione elettronica, anche per gli studi medici e i professionisti della salute, ha causato un po’ di confusione.

Perché alla domanda “fatturazione sanitaria o fatturazione elettronica?” la risposta è: dipende dal caso. 

Di norma per le prestazioni sanitarie a persone fisiche non si emette fattura elettronica, di conseguenza per tutto quello che non è prestazione sanitaria o per persona fisica si deve fare fattura elettronica

Ci sono ovviamente alcune eccezioni e regole da seguire. 

Per aggiornamenti sulla normativa riguardo la e-fattura, puoi consultare tutti i nostri articoli sulla fatturazione elettronica.

Come compilare la fattura sanitaria

Le prestazioni sanitarie erogate a persone fisiche sono soggette a fatturazione, e devono essere trasmesse al  Sistema di Tessera Sanitaria.

Che siano esse in forma cartacea o digitale la procedura di emissione e comunicazione non cambia, se non in termini di strumenti adottati.

Che si tratti di centri medici o singoli professionisti, per le fatture di prestazioni sanitarie a persone fisiche, la normativa non cambia.

Il documento può essere generato sia in forma cartacea che digitale (con appositi software di fatturazione per medici come ArzaMed).

Come compilare la fattura sanitaria con gli elementi minimi:

  • dati del medico o centro medico e numero di partita IVA;
  • dati del paziente (nome e cognome, codice fiscale e indirizzo completo);
  • data di emissione e numero fattura;
  • oggetto della prestazione;
  • importo da pagare (con o senza iva) e modalità di pagamento;
  • normativa di riferimento.

La modalità di pagamento è importantissima perché solo i pagamenti tracciabili sono riconosciuti dal Sistema di Tessera Sanitaria e vengono presi in considerazione per la dichiarazione 730.

Qui un esempio di fatturazione sanitaria con ArzaMed software medico:

Fatturazione elettronica e prestazioni sanitarie

La fattura elettronica (detta anche e-fattura) è una nuova tipologia di documento fiscale digitale entrato in vigore dal 2019.

Lo specialista della sanità deve emettere fattura elettronica per tutto ciò che non è prestazione sanitaria verso persona fisica e per fatturazione nei confronti di azienda, pubblica amministrazione o per prestazioni (non soggette ad invio al sistema di tessera sanitaria) verso persone fisiche.

La fatturazione elettronica, completamente in digitale, di cui vediamo solo una copia di cortesia in formato cartaceo, a differenza della fattura classica deve essere trasmessa allo SDI (sistema di interscambio) nei tempi prestabiliti per legge, il quale in seguito all’analisi provvederà ad inoltrare la fattura al destinatario.

La copia cartacea della fattura elettronica non ha alcun valore di tipo fiscale e non può essere inviata allo SDI, ma deve essere obbligatoriamente inviata in formato XML.

Si ricorda che vige l’obbligo di conservazione digitale a norma per 10 anni per le fatture elettroniche emesse e per le fatture elettroniche ricevute (ciclo attivo e passivo delle fatture).

Si precisa che ad oggi, sono esonerati dall’emissione di fatturazione elettronica i professionisti sanitari con regime forfettario o di vantaggio, ma resta comunque consigliata.

Le differenze tra fatturazione sanitaria e fatturazione elettronica in sanità

Medici, dottori e poliambulatori spesso emettono sia fatturazione sanitaria sia fatturazione elettronica.

Come capire quando emettere fattura elettronica o fatturazione sanitaria? 

Facendo una valutazione della natura della prestazione

 “Che tipo di prestazione devo fatturare?” 

Qui un approfondimento sulle differenze tra fatturazione sanitaria e fatturazione elettronica.

Il professionista o il centro medico deve emettere fattura elettronica per:

  • prestazioni svolte nei confronti di un centro medico, cooperative, associazioni, aziende sanitarie o pubblica amministrazione;
  • tutte le prestazioni che non hanno carattere sanitario come i servizi di consulenza, formazione o cessioni di beni sia a persone fisiche sia ad aziende.

Il professionista o il centro medico deve emettere fattura sanitaria per:

  • prestazioni sanitarie svolte nei confronti di un paziente;
  • se nello stesso documento sono presenti prestazioni sanitarie che altre voci di spesa non sanitarie.

Fatturazione sanitaria ed elettronica con ArzaMed software medico

Per gestire la fatturazione in uno studio medico o poliambulatorio è consigliato l’utilizzo di un software medico che gestisce la fatturazione sanitaria e la fatturazione elettronica.

ArzaMed è il software medico cloud che integra e facilita la gestione e l’emissione di fatturazione sanitaria ed elettronica, quest’ultima gestita con il nostro partner Aruba.it

Con ArzaMed software medico è possibile:

  • automatizzare la creazione e gestione delle fatture sanitarie ed elettroniche;
  • generare in automatico la fattura elettronica in formato xml;
  • inviare e ricevere le fatture elettroniche al e dallo SDI;
  • conservare digitalmente a norma di legge le fatture;
  • trasmettere le fatture sanitarie (digitali) al sistema di tessera sanitaria;
  • esportare in diversi formati tutte le tipologie di documento fiscale.

Una gestione della fatturazione di tipo cartacea con il blocchetto non è sicuramente la scelta più idonea al momento, è bene ricorrere alla digitalizzazione per non farsi trovare impreparati e ridurre al massimo la possibilità di commettere errori di gestione.

Talvolta, nel caso si abbiano dei dubbi o delle domande riguardo la tipologia di fattura da fare è necessario fare riferimento a chi si occupa della gestione fiscale o amministrativa aziendale.

Richiedi la Demo Gratuita di ArzaMed

Richiedi ora la tua Dimostrazione Gratuita in cui capirai come Arzamed ti può aiutare a risparmiare tempo e gestire la tua attività in modo facile, sicuro e veloce.​

Altri articoli del blog

Aggiornamenti ArzaMed

Prosegue la fase di rilascio degli aggiornamenti ArzaMed in un’ottica di miglioramento delle funzionalità e degli standard di User Experience. La progettazione e realizzazione degli

Leggi Tutto »

promo settembre3 Mesi gratuiti

Per le nuove attivazioni entro il 30 Settembre, 3 mesi gratuiti da aggiungere ai 12 mesi base. 

Licenza di 15 mesi
al prezzo di 12!

*La promo è riservata ai nuovi clienti e non è cumulabile con altre promo. Valida fino al 30/09/21.