Sì, è possibile associare uno o più pazienti allo stesso gruppo famigliare.

By | 2018-09-21T16:21:38+00:00 Marzo 2nd, 2018|