Fatturazione Elettronica per medici: cosa cambia a partire da Gennaio?

Home » Blog » News ArzaMed » Fatturazione Elettronica per medici: cosa cambia a partire da Gennaio?
  • gestione onorari medici ArzaMed

Fatture mediche elettroniche verso privati e aziende da gennaio

Dite addio alla carta e benvenuto al digitale: da Gennaio si fattura solo elettronicamente verso tutti aziende e privati.

Con l’introduzione della Legge di Bilancio 2018, è stato reso obbligatorio emettere e ricevere fatture elettroniche per tutte le operazioni tra privati, persone fisiche e giuridiche.

Per il 2019 sono esenti dall’obbligo solamente i possessori di partita IVA con regime dei minimi o con regime forfettario. Per tutti gli altri l’unica modalità per poter trasmettere le fatture sarà utilizzare un servizio di fatturazione elettronica che risponda ai requisiti della normativa di riferimento.

AGGIORNAMENTO LEGGE DI BILANCIO 2019

La fatturazione elettronica per le fatture attive è vietata per le fatture con prestazioni sanitarie, le quali dovranno essere inviate solo tramite Sistema TS. La fatture elettroniche per medici entreranno in vigore a partire da gennaio 2020.

Come si devono comportare quindi i medici, dottori e centri sanitari?

Fatture con prestazioni mediche > fatture cartacee o digitali

Fatture con servizi > fatture elettroniche

Cosa vuol dire? Leggi con attenzione questo articolo e la fatturazione elettronica non avrà più segreti!

Cos’è una fattura elettronica?

Con fattura elettronica o e-fattura si intende un sistema digitale di creazione e trasmissione di fatture al SDI (Sistema di Interscambio) che garantisce autenticità e integrità dei documenti e comporta oltre all’eliminazione eventuale del cartaceo anche una rapidità maggiore nei processi di fatturazione.

Il nuovo formato in cui le fatture elettroniche devono essere prodotte e trasmesse è un formato digitale chiamato XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio informatico che permette di controllare e verificare il contenuto di un documento ai fini dei controlli previsti per legge. Ogni fattura avrà quindi una firma digitale e una marcatura temporale elettronica che ne accerteranno la validità e conformità.

La fatturazione elettronica comporterà inoltre la conservazione digitale a norma per 10 anni dei documenti emessi e ricevuti.

Come si genera una fattura elettronica sanitaria?

La fattura elettronica contiene le stesse informazioni della fattura cartacea o digitale, ma strutturate secondo la nuova normativa. Creare una fattura elettronica manualmente risulta molto complicato, per questo è preferibile utilizzare un software dedicato alla fatturazione elettronica che faciliti la compilazione e la generazione.

Attraverso, per esempio ArzaMed, è un processo molto rapido perchè non cambia nulla rispetto alla modalità di emissione precedente la nuova normativa, infatti sarà possibile eseguire gli stessi passaggi e poi decidere tramite un tasto di trasformare la fattura in e-fattura.

Altri strumenti possono essere l’uso di software di terze parti (commercialista o agenzia delle entrate). Maggiori informazioni sul sito dell’Agenzia.

Come funziona la trasmissione e la ricezione al SDI?

Il Sistema di Interscambio Dati è un sistema informatico, gestito direttamente dall’Agenzia delle Entrate con il compito di: ricevere le fatture in formato XML, verificarne il contenuto e inoltrare la fattura al destinatario.

Il ciclo di fatturazione attivo si compone quindi di 4 fasi:

  • emissione della fattura in formato XML con firma digitale;
  • invio al sistema di interscambio SDI;
  • ricezione della comunicazione da parte del SDI con esito positivo o negativo;
  • conservazione digitale per 10 anni secondo la conservazione sostitutiva.

Come si inviano le fatture al SDI?

Esistono tre modalità di invio dei file al Sistema di Interscambio:

  1. Tramite invio di una mail dalla propria casella PEC contenente il file allegato;
  2. Attraverso l’utilizzo di software terzi (commercialista, Agenzia delle Entrate);
  3. Tramite ArzaMed. In questo modo sarà direttamente ArzaMed ad occuparsi di tutta la procedura.

Come si conservano le fatture elettroniche in digitale?

E’ obbligatorio conservare per 10 anni le fatture emesse e ricevute in formato elettronico. La conservazione digitale è una modalità di archiviazione informatica delle fatture che contribuisce a rendere più facilmente consultabile l’archivio fiscale in caso di controlli o verifiche. Ogni file prima di essere caricato deve essere firmato digitalmente per garantire l’autenticità e l’integrità del documento.

Anche per la conservazione digitale che prevede l’inserimento della firma digitale per ogni documento, esistono diverse soluzioni fornite da terze parti. ArzaMed si occupa di archiviare elettronicamente sui sistemi certificati AGID i documenti xml prodotti in automatico.

Come adeguarsi a questo cambiamento?

Per chi già utilizza ArzaMed come software medico non dovrà preoccuparsi di nulla.

La funzionalità di fatturazione è già in uso e permette di generare le fatture in formato XML (sia singolo sia in formato.zip), in maniera da poter inviare le fatture nei termini previsti dalla normativa, ovvero entro 12 ore dall’emissione.

Potrai poi decidere se i passaggi successivi (invio al sistema SdI, ricezione notifiche e conservazione) effettuarli con il supporto di servizi di terzi  oppure lasciare che sia tutto automatico affidando l’operazione completamente ad ArzaMed.

ArzaMed Fatturazione Completa permette di emettere e firmare digitalmente le fatture, inviarle al SDI, ricevere le notifiche d’esito, ricevere le fatture elettroniche in entrata (ciclo passivo) e conservare a norma per 10 anni, il tutto con un solo clic!

Maggiori informazioni riguardo al servizio: Scopri la fatturazione sanitaria elettronica

By | 2019-10-11T11:26:22+02:00 Ottobre 30th, 2018|Categories: Blog, News ArzaMed|Tags: , , |