Iper ammortamento per la sanità 4.0

Home » Blog » Iper ammortamento per la sanità 4.0
  • Iper ammortamento per la sanità 4.0 software medico

Iper ammortamento per la sanità 4.0

Lo scorso mese, il Ministero dello sviluppo economico ha fornito chiarimenti in materia di applicazione della disciplina dell’iper ammortamento al settore sanitario con la circolare n. 48160 dell’1 marzo 2019.

In tale circolare sono indicate le condizioni per rientrare nell’ammortamento per gli investimenti in beni strumentali previsti per la Sanità 4.0.

ArzaMed è il software che risponde alla tipologia di bene richieste per ottenere l’iper ammortamento.

Chi può beneficiare dell’ammortamento?

I soggetti che rientrano nello sgravio fiscale sono i soggetti titolari di reddito di impresa con sede fiscale in Italia che hanno investito in beni strumentali in innovazione tecnologica sanitaria “Sanità 4.0”.

Quali tipologie di beni sono coinvolti?

Dalla circolare si evince che è possibile ottenere lo sgravio fiscale solo per alcune tipologie di beni, qui di seguito elencati:

  • Apparecchiature per la diagnostica per immagini. Intendiamo tutte le apparecchiature per la creazione di immagini del corpo umano con finalità diagnostiche  (c.d medical imaging).

Tra tali apparecchiature riconosciamo il tomografo computerizzato (TC), il tomografo a risonanza magnetica (RMN), i sistemi radiografici ad arco utilizzati in ambito interventistico (cardiologia, neurologia, vascolare), le apparecchiature della medicina nucleare (gamma camera, PET, SPECT), i sistemi radiografici ad arco utilizzati in ambito interventistico (cardiologia, neurologia, vascolare), le apparecchiature della medicina nucleare (gamma camera, PET, SPECT), le apparecchiature per la Mineralometria Ossea Computerizzata (MOC).

  • Apparecchiature per la radioterapia e la radiochirurgia. Comprendono tutte le apparecchiature sanitarie per il trattamento delle cellule tumorali che utilizzando un’elevata dose di radiazioni ionizzanti con software capaci di localizzare e focalizzare l’area bersaglio. Tali apparecchiature permettono un  trattamento terapeutico di massima precisione. Rientrano anche in questa categoria i sistemi integrati per la radioterapia avanzata basati sull’utilizzo di acceleratori lineari e altri componenti, l’attrezzatura dosimetrica per la misurazione delle caratteristiche dell’acceleratore ai fini della ricalibrazione e  i sistemi robotizzati di radiochirurgia stereotassica.
  • Robot. Comprende le diverse tipologie di robot e sistemi robotizzati  per scopi interventistici, terapeutici e riabilitativi. Ad esempio, i robot chirurgici di alta precisione che permettono al medico di operare anche a distanza su aree di intervento molto piccole e poco visibili a occhio nudo o  i sistemi per la riabilitazione robotica.
  • Sistemi automatizzati da laboratorio. Da considerare i sistemi  per il trattamento di campioni biologici i sistemi adatti a svolgere l’intero processo di indagini microbiologiche.

Le apparecchiature per ottenere lo sgravio fiscale devono soddisfare potenzialmente i  5+2 requisiti “che la disciplina agevolativa richiede per i beni classificabili nel primo gruppo dell’allegato A. La verifica nel dettaglio dei requisiti andrà comunque rappresentata nella perizia tecnica come previsto dalla disciplina”.

Tra le tipologie di beni troviamo anche i software relativi alla gestione della c.d. “cartella clinica elettronica”, come specificato al punto 1  nell’allegato B, che comprendono “ l’archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita del prodotto (sistemi EDM, PDM, PLM, Big Data Analytics)”, ad esclusione “degli investimenti in componenti materiali necessarie alla messa in funzione dei software (quali, ad esempio: server, apparati attivi e passivi, armadi di rete, cablaggio strutturato ecc.)”.

Come fruire dell’iper ammortamento

Per ottenere l’iper ammortamento si deve verificare, entro il periodo indicato, “l’effettuazione degli investimenti e/o l’interconnessione dei beni sia soddisfatto anche l’adempimento formale richiesto dalla disciplina agevolativa nella forma della perizia tecnica giurata o attestazione di conformità o di dichiarazione del legale rappresentante con valore di autocertificazione”.

Ciò non esclude la possibilità di ottenerlo per investimenti già effettuati nel periodo 2017 e 2018. Come indicato da circolare si precisa che “ le relative perizie (attestazioni o autocertificazioni) redatte anteriormente alla pubblicazione della presente circolare siano state formulate adottando criteri di classificazione diversi da quelli sopra indicati. Al riguardo, si ritiene che tali diverse classificazioni non inficino l’applicabilità e la decorrenza del beneficio, sempre che gli investimenti in questione siano stati comunque classificati nell’ambito del primo gruppo dell’Allegato A. Inoltre, si ritiene che non sia neanche necessario procedere a una nuova perizia giurata (attestazione o autocertificazione), a meno che la diversa classificazione in precedenza effettuata non rifletta anche una diversa assunzione di elementi o profili sostanziali non coerenti con i chiarimenti contenuti nella presente circolare. Da ultimo, al fine di eliminare i dubbi prospettati in alcuni quesiti, si precisa che, in caso di perizia giurata, ai fini della decorrenza degli effetti dell’iper ammortamento è sufficiente che entro la data di chiusura del periodo d’imposta si proceda al giuramento della perizia medesima, non essendo necessario dimostrare in altri modi la data certa di acquisizione da parte dell’impresa”.

Come ottenere l’iper ammortamento di ArzaMed

ArzaMed rientra nella classificazione dei software relativi alla gestione della cartella clinica. Come indicato dalla legge dell’11 dicembre 2016, n.232 allegato B.

ArzaMed è per “archiviazione digitale e integrata nel sistema informativo aziendale delle informazioni relative al ciclo di vita del prodotto”.

Con la circolare 48160 dell’1 marzo 2019 si va a precisare sulla proroga di un ulteriore anno solamente per l’Iper ammortamento, di cui le maggiori modifiche riguardano la maggiorazione:

  • da 150% a 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • da 150% a 100% per gli investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro;
  • da 150% a 50% per gli investimenti oltre i 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro;
  • Iper ammortamento 0% per investimenti eccedenti il limite di 20 milioni di euro;
  • Iper ammortamento del 40% del costo di acquisizione dei beni immateriali (software) e sistemi di gestione per l’e-commerce e servizi digitali, elencati nell’Allegato B della Legge di bilancio 2017 ed aggiornati dalla legge di bilancio 2019.
  • per coloro che beneficiano dell’iper ammortamento 2019, le regole per fruire della maggiorazione del 40% si applicano anche agli investimenti in beni immateriali strumentali;

La procedura e la documentazione per usufruire dell’iper ammortamento e della maggiorazione del 40% per beni immateriali restano invariate.

La documentazione prevista per i beni da un valore complessivo superiore a € 500.000,00 sono una perizia tecnica giurata completa di analisi tecnica del bene agevolato rilasciata da un ingegnere o perito industriale oppure un attestato di conformità da un ente accreditato.

Per i beni inferiori a € 500.000,00 è richiesta, invece, un’autocertificazione firmata dal legale rappresentante dell’azienda e l’analisi tecnica del bene.


Scopri ArzaMed software medico e richiedi una DEMO live.

By | 2019-07-22T17:25:30+01:00 16/04/2019|Blog, Sanità Digitale|