La relazione medico paziente: come migliorare la comunicazione

Condividi con un tuo collega

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Relazione Medico Paziente

La corretta gestione della relazione medico paziente sta diventando sempre più un’abilità cruciale per i professionisti della salute.

Ogni dottore deve affrontare importanti sfide quotidiane: i pazienti che diventano sempre più esigenti richiedono uno sforzo per migliorare le proprie strategie comunicative.

Gli strumenti digitali possono aiutare i medici a rendere ancora più efficace la comunicazione con il paziente.

Ma partiamo con ordine.

Come è cambiata la relazione medico paziente

Un tempo nella relazione medico paziente il primo era predominante sul secondo. Oggi invece è cambiato tutto.

Il medico deve agire tenendo presente gli aspetti della deontologia professionale e della normativa vigente.

Può utilizzare il consenso informato anche come una nuova opportunità di comunicazione.

Deve cercare nuove modalità di approccio comunicativo da aggiungere alle classiche conoscenze e competenze tecniche tipiche della sua professione.

L’obiettivo è quello di avvicinarsi sempre di più al paziente per creare una vera e propria “relazione”.

Un rapporto che può essere visto come di “buon vicinato” e cioè “una relazione che non può essere definita d’amicizia ma che sottende un certo grado di vicinanza (ma anche di lontananza!)”. Così lo descrive la Dott.ssa Azzurra Pici in questo suo articolo.

Comunicazione medico paziente

Tornando alla comunicazione il medico non comunica solo attraverso le parole, ma anche con il suo tono di voce, il suo modo di essere e comportarsi durante una visita, la sua capacità di entrare in empatia con la persona che ha di fronte.

Nella comunicazione medico paziente è importante sapere che esistono quattro modalità comunicative:

  • comunicazione pre-verbale dei bambini nel periodo che precede la parola;
  • comunicazione verbale, le parole che usiamo quando parliamo o scriviamo;
  • comunicazione para-verbale, cioè il tono, il timbro di voce e il volume;
  • comunicazione non verbale collegata al linguaggio del corpo.

Durante una visita queste modalità si incrociano e si mischiano influenzano il modo in cui comunichiamo.

Come la migliorare la comunicazione medico paziente con la digitalizzazione

Gli strumenti digitali come un software gestionale medico posso aiutare medici, psicologi e tutti gli operatori della salute a migliorare la comunicazione con i proprio pazienti.

L’Istituto Dermoclinico Vita Cutis, per esempio, ha ottenuto grandi benefici con la digitalizzazione. Questi sono solo alcuni:

  • la possibilità di inviare notifiche via email o sms per ricordare l’appuntamento: oltre a risolvere tutte le problematiche relative al no show offre un ottimo servizio per il paziente;
  • l’invio via email o la stampa cartacea della ricetta con la prescrizione (molto più semplice da decifrare dal paziente e dal farmacista rispetto la versione scritta a penna);
  • la possibilità di archiviare nella cartella clinica digitale tutti i referti, documenti vari anche multimediali.

In questo video Alice Di Pietro descrive l’esperienza con la digitalizzazione del loro centro medico e di come è migliorata la relazione medico paziente.


Se vuoi saperne di più contattaci subito!

Richiedi la Demo Gratuita di ArzaMed

Richiedi ora la tua Dimostrazione Gratuita in cui capirai come Arzamed ti può aiutare a risparmiare tempo e gestire la tua attività in modo facile, sicuro e veloce.​

Altri articoli del blog