Marca da Bollo digitale, con la fatturazione elettronica come funziona?

Home » Blog » Sanità Digitale » Marca da Bollo digitale, con la fatturazione elettronica come funziona?
  • Marca-da-Bollo-digitale_ArzaMe_software-medico_fatturazione-elettronica

I vantaggi della Fatturazione Elettronica: calcolo marca da bollo automatico

Apporre la marca da bollo da 2 euro sulle fatture è un adempimento obbligatorio per tutti gli studi medici, poliambulatori e professionisti sanitari che emettono fatture con un importo superiore a € 77,47. Fino ad ora lo si faceva manualmente oppure per chi aveva già effettuato il primo passo al digitale, attraverso il pagamento del bollo virtuale.

Ora con la Fatturazione Elettronica cosa succede?

Con l’avvio della Fatturazione Elettronica, la fattura sarà dematerializzata; la versione cartacea diventerà obsoleta e verrà utilizzata solo per fornire una copia al paziente. Non si potrà più apporre la marca da bollo su fatture mediche in maniera tradizionale o virtuale, ma resterà comunque obbligatorio.

Quindi?

La normativa di riferimento è contenuta nel d.p.r. 642/1972, che all’articolo 13 prevede le modalità di assolvimento dell’imposta di bollo, sia nel caso della fattura analogica che in quello della fattura elettronica.
Il decreto MEF pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 7 gennaio 2019 stabilisce che il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse in ciascun trimestre dovrà essere effettuato mensilmente, ovvero entro il giorno 20 del mese successivo al trimestre di riferimento. L’importo dell’imposta dovuta sarà noto all’interno dell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate e potrà essere versata mediante il servizio presente online, con addebito su conto corrente bancario o postale oppure utilizzando il modello F24 predisposto dall’Agenzia delle Entrate.
In fine è sufficiente inserire come nota della fattura l’annotazione “imposta di bollo assolta ai sensi del D.M. 17 giugno 2014” o in modo più completo “assolvimento dell’imposta di bollo ai sensi dell’articolo 6, comma 2, del D.M. 17 giugno 2014”.

Come gestire in maniera corretta il versamento per le marche da bollo?

Opzione uno: faccio tutto da solo
Calcolatrice alla mano, si devono fare bene conti gestendo un elevato numero di fatture, per poi cercare di non confondersi con gli importi delle fatture prese a riferimento. Potrebbe infatti capitare di versare una cifra più alta perchè nei conteggi sono state erroneamente calcolate anche fatture di importo inferiore ai €77,47, oppure il contrario versare una somma inferiore andando incontro a possibili sanzioni da parte delle autorità.

Opzione due: calcolo automatico delle marche da bollo con ArzaMed
La fatturazione di ArzaMed permette innanzitutto di automatizzare l’inserimento del valore del bollo direttamente in fattura velocizzando la compilazione del documento, l’invio delle fatture al Sdi e tutti gli adempimenti successivi, ma anche di automatizzare il calcolo delle fatture con marca da bollo. All’interno della sezione dedicata ci sarà un apposito contatore di marche da bollo,  che comunicherà l’importo per l’anno in questione, in maniera da ottenere la cifra da versare con il modello F24.

Si risparmierà tempo ed energia da dedicare ai pazienti!

Richiedi maggiori informazioni sulla fatturazione elettronica per studi medici, poliambulatori e professionisti sanitari.

By | 2019-10-11T11:33:43+01:00 22/11/2018|Sanità Digitale|