Detraibilità delle spese sanitarie: cosa cambia dal 2020

Dal 1° gennaio 2020 è in vigore la nuova norma sulla detraibilità delle spese sanitarie come previsto dall’articolo 1 -commi 679 e 680- della Legge 27 dicembre 2019 n. 160 pubblicata sulla G.U. n. 304 del 30 dicembre 2019, nella  quale è indicato che le spese sanitarie per essere detraibili devono essere pagate con sistemi tracciabili.

Ovvero che i pazienti possono detrarre il 19% delle spese per le prestazioni sanitarie in studi  medici privati e poliambulatori solo se saldate con sistemi di pagamento tracciabili: bancomat, carte di credito, carte prepagate, assegni, versamenti bancari o postali. 

La norma non si applica per l’acquisto di dispositivi medici, farmaci e le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche e accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

Quali sono le responsabilità degli operatori sanitari?

In seguito alla nuova norma sulla detraibilità delle spese sanitarie gli operatori sanitari di studi e centri medici privati hanno nuove responsabilità come:

  1. Informare i pazienti sulla nuova normativa;
  2. Comunicare la tipologia di pagamenti al Sistema di Tessera Sanitaria.

Comunicare le nuove normative rientra tra le responsabilità non formali degli operatori sanitari. Informare correttamente i pazienti sulle nuove normative aiuta a migliorare il rapporto e la fidelizzazione con il paziente. Non è sicuramente piacevole per il front-office dover fronteggiare un paziente scontento per aver saldato il trattamento in contanti, ignaro del fatto che non avrebbe potuto detrarre la spesa. 

Per cui si suggerisce di informare il paziente prima di saldare la prestazione e/o esporre un’informativa con tutte le indicazioni sulla nuova normativa.

Altra responsabilità è quella invece, di comunicare correttamente la tipologia di pagamenti al Sistema di Tessera Sanitaria.

Per coloro che utilizzano un software medico, come ArzaMed software medico,  è fondamentale indicare la tipologia del pagamento ricevuto.

ArzaMed permette di indicare la modalità di pagamento come pagamenti tracciabili e non per un corretto invio delle spese sanitarie al Sistema di Tessera Sanitaria.

Come inviare le spese sanitarie al Sistema di Tessera Sanitaria

Con l’aiuto di un software medico come ArzaMed è possibile inviare le spese mediche in modo semplice e veloce al Sistema di Tessera Sanitaria.

Il software permette in pochi passaggi di inviare le fatture al Sistema Ts, ricevere eventuali segnalazioni di errori e la ricevuta di consegna con numerosi vantaggi.

Tra cui la correzione degli errori in fattura riscontrati dal software e inviare autonomamente le spese sanitarie corrette riducendo i tempi dedicati alla burocrazia.

Per maggiori informazioni suggeriamo la lettura di questo articolo dedicato all’Invio al Sistema di Tessera Sanitaria.

Ad oggi ArzaMed software medico è in linea con le nuove direttive sulla detraibilità delle spese sanitarie per la quale è possibile indicare le modalità di pagamento tracciabili a norma di legge, affinché le spese vengano inserite nel modello 730/Unico precompilato del paziente.

Un sistema automatizzato consente durante l’emissione della fattura di associare le modalità di pagamento tracciabili ricevuti da comunicare correttamente al Sistema di Tessera Sanitaria.


Scopri come inviare i dati sanitari al sistema di tessera sanitaria correttamente con ArzaMed, richiedi una Demo.